solo Instagram png x web
solo Instagram png x web
solo twitter png per web
solo facebook png x web
SagomaCoverBlog09
Tasto DOWNFree
10/05/2018, 12:01



THE-REUNION-2018-//-OFFICIAL-PRESS-RELEASE


 



Il 19 e 20 maggio torna a Monza la quarta edizione dell’evento motociclistico dedicato a cafe racer, scrambler, special e classiche, all’insegna di uno spirito sempre più internazionale Milano, 9 aprile 2018 - L’appuntamento è fissato per i prossimi 19 e 20 maggio al leggendario Autodromo di Monza. Giunto alla sua quarta edizione, "The Reunion" torna in pista con tante novità.   Prima fra tutte il suo spirito sempre più internazionale grazie alle rafforzate partnership con Sultans of Sprint - il più prestigioso e affascinante campionato europeo di accelerazione per moto vintage - con Glemseck 101 e Cafe Racer Festival, i più importanti eventi di settore a livello internazionale.

Protagonisti indiscussi i top customizer italiani come Custom Creations, Dino Romano Motodalcuore, Greaser Garage, Moto Sumisura, Mr. Martini, Officine 08, Officine Rossopuro, Officine Sbrannetti, OMT Garage, Plan B Motorcycles, South Garage, Totti Motori, Unique Cycle Work; affiancati dai loro alter ego internazionali come Fred Krugger (Belgio), Lucky Cat Garage e FRC Original (Francia), Radical Guzzi, Mellow Motorcycles, Krautmotors e Schlachtwerk (Germania), VTR Custom (Svizzera) e XTR Pepo (Spagna).   La prossima edizione vedrà aumentare il numero di case motociclistiche partecipanti: confermano la loro presenza BMW Motorrad, Harley-Davidson, Scrambler Ducati e Yamaha; cui si aggiungono Indian, Kawasaki, Moto Guzzi e Italian Volt.   Numerose saranno le competizioni che metteranno alla prova gli amanti delle due ruote.

La Zenith Sprint Race vedrà gli amanti dell’alta velocità sfidarsi sull’ottavo di miglio secondo le seguenti categorie: Cafe Racer (Glemseck Standard), Sprint Xtreme, Domenica Sportyva, vol. 2 - in collaborazione con la rivista Chop and Roll, 1/8 Mile of Europe - in collaborazione con Glemseck 101, e infine ospiterà la prima tappa del Sultans of Sprint, il più appassionato e divertente campionato europeo di sprint race comprendente due classi, la Freak e la Factory - dedicata alle case motociclistiche.   Chi ama far "mangiare la polvere" potrà unirsi a Marco Belli e la sua Di Traverso School per partecipare alla Elf Dirt Race, una sfida in un ovale di flat track riservata alle motociclette con ruote tassellate scrambler, non specialistiche e inappropriate.

Non mancheranno momenti più leggeri e divertenti: The Reunion ospiterà infatti una tappa di Mosquito’s Way, la pazza corsa riservata ai cinquantini ideata da Piero Pelù, DJ Ringo e Giovanni Di Pillo.  Quest’ultimo dichiara: "abituato alle grandi velocità in tutte le sue forme, mai avrei pensato di appassionarmi ai cinquantini, gli stessi ciclomotori con cui molti dei Bikers come me hanno iniziato la loro avventura sulle due ruote. È stato impossibile resistere alla travolgente passione per questi mezzi di Piero Pelù, inventore della Mosquito, entusiasticamente condivisa da Ringo.

Quest’anno ci mescoleremo per la prima volta fra "i duri" appassionati delle Special e Cafe racer, The Reunion sarà per noi puro divertimento".   "The Reunion, anno dopo anno, cresce portando con sè grandi novità e richiamando un pubblico sempre più internazionale. Insieme a Glemseck 101 e Cafe Racer Festival è diventato uno degli eventi internazionali imperdibili, rendendo l’Autodromo di Monza una tappa obbligatoria per gli appassionati di moto. L’edizione 2018, alla luce delle adesioni di customizer italiani e non, oltre al numero di player che hanno deciso di partecipare, è la prova della grandezza di quello che - timidamente - abbiamo fatto nascere 3 anni fa.", dichiara Matteo Adreani, ideatore dell’evento.

Non di solo motori si nutrono i motociclisti: anche quest’anno l’evento vedrà infatti la partecipazione di una selezione di food truck che proporranno street food d’eccezione mentre famosi mixologist prepareranno cocktail ispirati ai motori a base di Jameson Irish Whiskey. San Miguel e Alhambra saranno le birre ufficiali di The Reunion, presenti rispettivamente con un’area hospitality e una lounge dove si svolgeranno DJ set e attività che coinvolgeranno il pubblico della manifestazione.

Alcune anticipazioni dalle case motociclistiche   BMW presenterà la sua gamma Heritage 2018 con gamma R nineT al completo, proponendo così un nuovo format espositivo "Heritage Loft" che per l’occasione diventerà il "motorhome" di alcune delle più spettacolari moto BMW che parteciperanno alla Sultans of Sprint.   Harley-Davidson sarà presente con lo stand Dark Custom che ben rappresenta il mood del brand americano. Oltre a modelli accessoriati attingendo alle oltre 10.000 parti disponibili a catalogo, Harley-Davidson farà tappa a The Reunion con il "Freedom on Tour".

Vivrete l’Harley Experience provando la gamma 2018 passando dal nuovissimo Sportster Iron 1200 agli acclamati Touring. Immancabili i nuovi modelli Softail che tanto successo stanno riscuotendo tra il pubblico. Il concessionario Harley-Davidson Monza sarà presente come sempre e gestirà sul posto le prenotazioni. Porta la patente di guida e se non hai casco, giacca e guanti te li forniamo noi.   Kawasaki esporrà le nuovissime Z900RS e Z900RS CAFE, due modelli modern classic, esponenti di un Giappone contemporaneo ma dalle tradizioni indissolubili. Il loro design distintivo è un’esaltazione delle loro origini, di quella Kawasaki Z1 900 Super Four del 1972 che stravolse, all’uscita sul mercato, i canoni delle moto di grossa cilindrata.Gli appassionati presenti a Monza avranno la possibilità di provare le moto nelle strade adiacenti al circuito, a velocità moderata, per valutare al meglio le loro doti dinamiche.   Scrambler Ducati con il suo School Bus Tour, porterà a "The Reunion" l’intera gamma Scrambler®, compreso lo Scrambler® 1100, l’ultima versione della Land of Joy che completa e allarga la gamma con una proposta destinata ad incrementare la già grande community di scrambleristi Ducati. Sarà possibile effettuare test ride di tutte le moto presenti nelle zone circostanti l’Autodromo, oltre che concedersi un momento di svago nell’area relax allestita in tipico stile Land of Joy, con biliardino, sdrai e ombrelloni.

Yamaha approderà a The Reunion con la seconda tappa della Faster Sons. Il pubblico potrà entrare nell’universo Yamaha provando le due rappresentanti della gamma heritage, la XSR700, la XSR900 e la SCR950. La prenotazione on line sarà possibile a partire da due settimane prima dell’evento, accedendo al link: https://it.yamahamotor.eu/testrideevent/booking/eventselection. Qualora gli interessati non avessero l’abbigliamento adeguato, la Casa dei Tre Diapason fornirà casco e guanti. Nell’area dedicata a Yamaha saranno anche presenti due Yard Built interpretazioni iconiche delle gamma Faster Sons. Nello spazio dedicato al Flat Track, grazie alla "Di Traverso School" di Marco Belli, i partecipanti potranno assaggiare la straordinaria emozione del traverso in moto in sella delle SR400, in un ambiente dedicato al mondo Faster Sons.

#SS   

30/04/2018, 01:39



HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-
HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-
HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-
HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-
HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-
HELL’S-KITCHEN-GARAGE-//-BMW-R-NINE-T-VALVOLINE-EDITION-//-


 ITA-ENG



Dopo un mese di pioggiaa catinelle, ho finalmenteavuto la possibilità diandare al garage di Hell’sKitchen e vivere un’esperienzaunica. La primacosa che vedi quandoentri nel laboratorio diJorge (Hell’s Kitchen GarageConstructor) è unagrande fila di 6 special, easpetta un attimo ... laggiù,nell’angolo sinistro sivede un chevy, freddo earrugginito ! L’ambientazioneti fa sentire alla finedi un lungo viaggio, comese da Burgos (Spagna) fossiarrivata in Texas (USA). #00 apr018 - superspecialmag.comOgni volta che leggo diuna special non parlano mai del suo costruttore, cosa credo essen-ziale per apprezzareil concept e la bellezza della motocicletta.Questo è il motivo per ilquale voglio incontrareJorge di Hell’s KitchenGarage, grande appassionato e amante dicultura e motocicletteamericane, più di ognialtra cosa. Quella pas-sione per le due ruoteche rappresenta la suaanima, ed è questo chelo riempie di creativitàe abilità nelle sue prduzioni. Per esser piùprecisi: egli realizzapraticamente il 100%di ciò che costruisce epersonalizza, ed esternalizza solo la tappezzeria. Tutto si svolgein casa, dalla proget-tazione alla produzione e assemblaggio,painting compreso. Dopo aver ammiratoquesta bellissima scena, imiei occhi hanno trovatola protagonista di questoarticolo, il NineT "Valvo-line edition" Café Racer.Questa super moto è stata costruita su una BMWR NineT 1200 Pure. Lineepulite, aspetto minimale, un razzo compatto!L’unica cosa a cui pen-savo era: provarla !Accendo la moto e ilcockpit con l’ultima tecnologia Motogadgetparte con le evoluzionia cristalli liquidi e mo-stra il tachimetro.. Nonho mai visto prima unacosa del genere su di unCafé Racer. Accendo ilmotore, e la moto iniziaa ruggire, uno splendi-do suono esce dal tubodi scarico in alluminioSpark completo di im-pianto di scarico tutto intitanio. E’ un buon inizio ! 


Afferro il manubrio per iniziare ilviaggio e la posizione del corpoè completamente diversa dallamoto originale; sembra davverouna moto da corsa, con peda-ne arretrate in alluminio fatte amano, anche piuttosto confortevole coi suoi semi-manubri in alluminio. L’avantreno della motoè costituito da una forcella rovesciata con una nuova taratura settata sulla nuova posturae peso, e dai freni anterioriBrembo a quattro pistonciniche mi consentono di frenare in modo sicuro, più tardipossibile ed efficacemente.Con il passare del tempoe dei chilometri, comincioad apprezzare ancora dipiù la moto, il suo moto-re potente è stato rimappato e l’iniezione riprogrammata ha apportatoun incremento di po-tenza del 5%. Come hodetto prima, sembra-va un razzo ed è così,la potente accelerazione mi emoziona.
Nonostante sia un motore po-tente, è comunque una motomolto semplice e docile, cheentra in curva in maniera davvero molto rilassata e corretta.Dopo un piccolo giro attorno al piccolo villaggio decidodi andare in città. Mentre mifermavo al primo semaforo,alcune persone hanno inizia-to a fissare questa meravigliacon cerchi a raggi e pneuma-tici Metzeler con una mescolaextra bianca. Faro anterioreFull LED e un cupolino mini-mal fatto a mano con stafferealizzate ad-hoc per poteraccogliere la base di supportodella strumentazione, comedicevo un Motoscope Pro diMotogadget con pulsanti diaccensione e spegnimento.Luce verde! Indicatore luminoso a destra ... e wow ! Laparte terminale del manubrio lampeggia !! Dettagliomolto particolare e originalegrazie agli indicatori Motoga-dget led M Blaze disc instal-lati alla fine dei semimanubri. F i n a l m e n t e ,dopo un gran belgiro serale decidodi tornare al lab diJorge per continua-re a guardare i detta-gli di questa special.Subchasis modifica-to e tagliato con unlook posteriore da veracafe racer fatto a manocon telaietto costruito dazero. Luci posteriori a doppio Led verticale sempre diMotogadget e bellissima sel-la in pelle nera con cucituretrasversali e rivetti in stile anni’60. Un nuovo serbatoio di car-burante in metallo fatto a manoche conferisce alla moto quell’aspetto racing per nulla scontato.. 
Alla fine, ahimè, ho dovuto sa-lutare questa fantastica motocicletta, ma i suoi fantastici colori, classici di BMW, rimarrannostampati nei miei occhi per un bel pò. _
Hell’s Kitchen Garagemodella i sogni dal 2014.


Eng__


After one month raining cats and dogs, I finally had the chance to go to Hell’s Kitchen Garage and live a unique experience. First thing yousee when entering Jorge’s Workshop (Hell’s Kitchen Garage Constructor) it’s a big row of 6 especial bikes, and wait a minute... over there,left corner you can see a rusty cool chevy. The whole environment makes you feel like you just travelled from Burgos (Spain) to Texas (USA).Everytime I read about an especial bike, they never talk about its constructor, which i think its essential to understandthe concept and beauty of the bike. That’s why i want you to meet Jorge, Hell’s Kitchen Garage enthusiast and loverof American motor culture and motorcycles more than anything. That passion for two wheels and what it representsis what makes him give his soul, creativity and skills in his creations. To point out that he mades almost 100% of theconstruction / customization, outsourcing only the upholstery. He carries out design, manufacture and assembly, including painting.#00 apr018 - superspecialmag.com valvoline editionAfter admiring this beautiful scene, my eyesfound the star of this article, the NineT "Valvolineedition" Café RACER. This greatbike it’s been built up from a BMWNineT R 1200 Pure. Clean lines,a minimal appearance, ¡It’sa compact rocket! Theonly thing I wasthinking of wastesting it... 
I turn on the bike, and you can see a very unique screen withthe latest motogadget technology, showing speedometer, revolutions,gear... I’ve never seen before something like thisin a Café Racer. Next step, I start the engine, and the motorcyclestarts to roar, a beautiful sound comes out ofthe Spark aluminum exhaust pipe followed by a wholetitanium exhaust line. That’s a good start!I grab the handlebar to start the trip, and thebody position is completely different from theoriginal bike, this is like a racing bike, with delayedhandmade aluminum footpegs, and quiteconfortable thanks to it’s aluminum semihandlebars. It has all front side of the bike replacedby an inverted fork with a new tareaccording to the new posture and weight,four-piston Brembo front brakes that allowsus to safely break more late and efficiently. As time goes bye, I start liking the bike even more,its powerfull engine that’s been fuel injectionreprogramed which means that increases itby 5% amazes me. As I said before, it lookedlike a rocket and it is a rocket, it’s acceleration power thrills me. Despite it’s power-ful engine, it’s a very easy and docile bike,that goes into turns ina very easy way.After a small ride around the small villageI decided to go to the city. As I stoppedin the first traffic light a few peoplestarted staring at this wonder withradius rims, Metzeler tires withan extra white compound. LEDfrontlight and a handmade screen mask type with its bracketsspecially made to accommo-date the new motogadgetscreen and ignition andcut out exhaust buttons. Green light! Light indicator to the right... andwow!, the end of thefist is blinking!! Verynice and original de-tail to position ledmotogadget indicators in theend of the semihandlebar. Finally, after a great evening i decidedto go back to Jorge’sworkshop and continue looking in detail this special bike.Modified and trim-med subchasis witha handmade cafe racer rear look built upfrom zero. Doubleled rear lights andmotogadget led indicators and a blackleather seat withtransverse seamsand rivets 60’ style.A new handmademetal fuel tank withthat racing look.Sadly, by the endof the they i hadtos ay good bye tothis amazing bike,but its great pantin-gs, similar to those from BMW, willstay on my retina.
Hell’s Kitchen Garage, shaping dreams since 2014 _


#SS
Pics: Omar Moreno

30/04/2018, 01:29



HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T
HOOKIE-CO.-//-FALCON-//-BMW-R-NINE-T


 ITA-ENG



La prima volta di qualcosa può’ andarein modi diametralmente opposti:può’ essere gloriosa o un completo disastro. Ammettiamolo,e’ capitato a tutti. La prima volta che sonoandato in moto mi sono schiantato in maniera spettacolare. Laprima volta che ho usato un tornio ho lasciato la chiave nel mandrino..Ma, altre volte, le stelle si allineano e riesci a produrre una grande performance, come l’ultimacreazione di Hookie Co., la prima moto basata su un modello attualmente in listino: laloro Falcon BMW R NineT, ispirata dalla Brought Superior SS100 attuale, come richiesto dal cliente.Ogni volta che ti vengono dateistruzioni così, un po’ come leprime esperienze, può’ essere ogloria o infamia. Specialmen-te quando si tratta di moto recenti, il più’ grosso problema e’sempre come affrontare con tutto ciò’ che permette alla motodi essere conforme alle nuoveregolamentazioni oltre ai siste-mi user-friendly, oramai obbliga-tori: elettronica, pompe benzina,sistemi ABS e tutti quei componenti che, alla fine, disturbano ilconcetto di design puro. Quandoil serbatoio e’ stato rimosso "siamo rimasti sorpresi nel trova-re solo cavi, scatole e relè’... nonesattamente la base migliore per poter costruire un serbatoio custom"spiega Sylvia Petrasch di Hookie Co.Questo era uno dei dilemmiper Hookie Co. : come rimanere fedele al design e allo stessotempo mantenere una motofedele all’ingegneria origina-le? La risposta è’ relativamentesemplice: devi essere ingegnoso nell’affrontare la sfida ma cominciamo dalla fabbricazione: Nico ha iniziato creandouna base, che ha una formaabbastanza complicata per potersi adattare a tutti gli elementipresenti di serie, come la scatolafiltro. Ha poi creato una gabbia dibacchette per saldatura per poter ottenere la giusta forma e leproporzioni desiderate. Il serbatoio ha una linea classicacon una curva dolce nella partesuperiore e una linea parallela aterra all’inferiore, incavi per ginocchia e un tappo serbatoio ascomparsa decentrato: più’classico di così! A questo puntoe’ nato il nome Falcon "I cilindri BMW ricordano le ali e il sellino le piume della coda" conti-nuano a spiegare da Hookie Co.Il design del serbatoio si allineamolto bene al codino, anchequesto di ispirazione Brought, enella luce di stop, che lo complementa perfettamente. Lasella appare comoda e di ottimamanifattura, in una elegante pelle traforata nera. Oltre alla fabbricazione principale la moto è’ stata rifinita con tut-ti i soliti sospetti: Motogadget Motoscope Speedo, SemimanubriABM, Manopole Rizoma, faro Trucklite e tanti piccoli dettaglicome i tubi delle forcelle, adesso neri e le gomme PirelliAngel GT. La verniciatura e’ opera di Adrian Flor ed è’impeccabile " L’argento e’ davvero speciale e tendeall’oro, sembra quasi madreperla. I dettagli colororo combaciano perfettamente con i particolari della forcella e accentuano il tema Falconperfettamente. Tutte le grafiche comeil nostro simbolo "H" sono dipinti enon adesivi" continua Sylvia.Come già’ det-to, le prime volte sono piene disfide, incognitee riescono sem-pre a testare lanostra capacità’ di adattarci auna situazionenuova, indipendentemente dalle circostanze. Sedobbiamo giudicare da questanuova moto, Hookie Co. ha centrato il bersaglioe dimostra chenon centra see’ la tua primavolta: se ci saifare, ci sai fare..


Eng__


First times can go eitherways: they can either beglorious or a completedisaster. Let’s admit it,we’ve all been there. Thefirst time I rode a bikeI crashed spectacularly. The first time I tried alathe, I left the chuckkey in the faceplate...Still, some other timesall the stars will line upand you’ll deliver a great performance, just likeHookie Co. first time working on a new modelbike: the Falcon BMWRNineT, inspired by thecurrent model BroughtSuperior SS100, as percustomer’ brief. Whene-ver you get a brief likethat, a bit like any firsttime, it can go horriblywrong or achieve glory.Especially when workingwith new bikes, the big-gest problem is alwaysdealing with what makesbikes regulation-com-pliant and rider-friendly: electrical components, fuel injection elements,ABS units and all those elements that, eventually, spoils pure design. On removing the tank "Itwas a little bit surprising to find nothing like wires, black boxes and more boxes ... not really agood basis to build a custom gas tank" explainsSylvia Petrasch.This was one of the test facing Hookie Co. : howdo you remain true to the design and at thesame time keep a bike running as the manu-facturer intended? Well the answer is relativelysimple: you just need to be clever in how you ap-proach a challenge but, invariably, this isalways easier said than done.First thing was time to crack out the weldingequipment: Nico started by creating the base,which has a quite intricate shape in itself to clearthe various elements like the Airbox, then builta wire cage to get the correct shape and proportion. The petrol tank thus has a very classic linewith a slow curve at the top and a straight line atthe bottom, with knee cutouts and an offset,flush petrol cap: it doesn’t get any more classicthan this. Also at this point the name Falcon wasthought of: "it looks like wings with the BMWcylinders and a small tail made out of feathers"explain the crew from Hookie Co.The tank design flows nicely into the tail piece,also of Brought inspiration, and into a tail lightthat fits and finishes off the piece very well. Theseat looks plush and well finished, in elegant perforated black leather.Apart for the main fabrica-tion the bike has been finishedwith all the usual suspects:Motogadget Motoscope Speedo, ABM Clip On Bars,RizomaGrips, Trucklite headlight andsmall details like the blackedout fork tubes and sports Pi-relli Angel GT tyres. The paintjob is executed by Adrian Florand is nothing short of flawless: "The silver is really specialand flipped a little bit to gold.Actually it looks like perlmutt.The gold details matched per-fect the golden details on thefork and highlights the "Falcon" theme perfectly. All smallgraphics like our "H" Mark or thefonts are painted too and notstucked" continues Sylvia. Now,as I’ve said earlier, first timesare full of challenges, unknownsand always test our ability toadapt to a situation, regardlessof circumstances. If this bike isanything to go by, Hookie Co.nailed it, and shows that it doe-sn’t matter if it is your first time:If you’re good, you’re good. _


#SS



13453
Create a website